Cumino, un toccasana per la digestione

L’uso del cumino risale fino all’antico egitto dove veniva usato per rendere omaggio alle

 divinità.

cumin-seeds-powder

Oggigiorno, lo ritroviamo in tante  cucine dall’africa, al continente americano a quello europeo senza dimenticare quello asiatico.

Per chi non l’avesse mai assaggiato si tratta di una spezia dal sapore ricco che una volta scaldata (i semi) sviluppa dei toni amari e peposi e un profumo molto particolare.

Il consumo di cumino presenta tantissimi vantaggi per la salute sopratutto a livello del sistema digestivo visto che contiene ferro, magnesio, fosforo, beta carotene.

Questa spezia da sollievo nei casi di spasmi del sistema digestivo e dunque anche nei problemi di flautolenza… in Tunisia infatti viene cotto in infuso molto diluito e dato ai neonati che soffrono di coliche.

7-excellent-benefits-of-cumin-water-you-never-knew-770x402.jpg

Si tratta inoltre di un ottimo diuretico, aiuta contro il mal di stomaco sopratutto nel caso di indigestione e stimola la lattazione.

Il cumino in cucina:

si puo usare crudo o cotto, in semi o anche in polvere, io lo consiglierei aggiunto alla farina per preparare del pane dal sapore leggermente esotico, si sposa anche molto bene con i formaggi olandesi  come non può mancare nel chili con carne messicano.

In Tunisia viene usato spesso con le carote, le fave, le uova e sopratutto con il pesce. Se ti ho incuriosito e vuoi comprare del cumino da provare, ti consiglio di acquistarlo in semi, e come tutte le spezie, di tenerlo lontano dal calore, dalla luce e dall’umidità. In questo modo si mantiene più a lungo e da il massimo di gusto quando lo triti (io uso il mortaio) al momento dell’uso.

 

Roasted-Carrots-with-Cumin-and-Orange.jpg

18191496_1369456696466981_24696246_n

Published by

Rispondi